Il futuro del pc è “touch”

Non è la prima volta che un prodotto Apple apre nuovi orizzonti nel mercato digitale.

Basti pensare al concetto di pc-all-in-one, tutto racchiuso nello schermo, dell’iMac o la fortunata serie iPod per la riproduzione di musica e video che ha creato un modello di riferimento per tutti gli altri lettori presenti nel mercato.

Ma è con l’iPhone che Apple ha saputo creare non solo un nuovo mercato (quello dei dispositivi palmari o smartphone evoluti) ma influenzare in modo determinante lo sviluppo futuro del pc.

Molte funzioni presenti nell’iPhone erano già presenti da tempo in prodotti di altre marche ma la novità che ha lasciato tutti a bocca aperta è la tecnologia multitouch che consente di operare con il dispositivo toccando direttamente il display.

Ma non è tutto. Non si tratta di un semplice touchscreen. Grazie al multitouch i movimenti di due dita vengono interpretate dal dispositivo per compiere delle funzioni (ad es. allargando due dita si esegue lo zoom).

Ed è proprio questa possibilità di interagire direttamente con il dispositivo in modo naturale la novità maggiormente gradita dal mercato. Il rapporto tra uomo e macchina cambia notevolmente, la gestualità dell’uomo viene interpretata e si trasforma in un preciso comando. E’ decisamente una rivoluzione se pensiamo al classico click con il mouse.

Infatti, a ben vedere, il 2009 è ricco di annunci di nuovi prodotti con tecnologia multitouch. La prima a raccogliere questa nuova sfida è stata HP con la sua serie TouchSmart (inzialmente solo per sistemi desktop ma ora disponibile anche per notebook / tablet pc). Successivamente anche Dell ha immesso sul mercato un tablet pc, denominato Latitude XT2, con tecnologia multitouch.

L’ultima novità è che questa “tecnologia del tocco” è stata adottata anche nei pc EEE di Asus con il nuovo EEE Top. Si tratta di un pc-all-in-one con caratteristiche simili ad un netbook e con schermo sensibile al tatto.

E se il mercato dell’hardware sembra aver intrapreso nuove strade i produttori di software non stanno certo a guardare. La nuova versione di Microsoft Windows, denominata Windows Seven, il cui rilascio è previsto entro la fine dell’anno, offre in modo nativo il supporto alla tecnologia multitouch.

Tutto questo lascia pensare che, in un futuro non lontano, la tecnologia multitouch potrebbe ulteriormente evolversi e divenire il sistema di puntamento ed input principale.

A tastiera e mouse non resterebbe che trovar posto in soffitta.