Apple OS X 10.7 Lion, tra luci ed ombre

Tante le novità con il recente aggiornamento a OS X Lion, il sistema operativo solido e sicuro di Apple. Tuttavia, la presenza di alcune scelte radicali (ad es. l’eliminazione di Rosetta, per l’esecuzione di vecchi programmi) può causare problemi a molti utenti. Altri utenti segnalano difficoltà con le gestures, i movimenti delle dita che consentono di operare in modalità “touch” con l’interfaccia grafica del sistema.

Tuttavia, alle lamentele soprattutto contraddistinte da un modo rinnovato di utilizzo del computer e che quindi necessitano di tempo per poter essere assimilate ed apprezzate appieno, il nuovo sistema operativo Apple soffre di alcuni problemi di gioventù, forse troppi. La compatibilità con molti programmi non è garantita e gli sviluppatori si stanno affrettando per correre ai ripari. Adobe, ad esempio, ha pubblicato una nota tecnica riportando tutti i problemi noti riscontrati con i suoi prodotti utilizzando Lion. Alcuni programmi basati su GTK+ non funzionano più (ad es. DIA), altri lamentano problemi con il WiFi e alcune stampanti di rete, con Safari e la gestione della memoria. Infine, alcune modifiche al protocollo Bonjour rendono ora impossibile utilizzare molte unità NAS con TimeMachine.

Apple continua a inviare al suo team di sviluppo nuove versioni beta dell’aggiornamento 10.7.2, la cui attenzione tuttavia è rivolta principalmente all’imminente servizio iCloud, e tutti si chiedono, ormai da settimane, quando sarà finalmente disponibile l’aggiornamento 10.7.1 il quale, generalmente, risolve molti dei problemi di gioventù della prima versione.